Associazione Pro Loco Santa Maria la Carità

Story

CHI SIAMO

Le prime notizie sulla città risalgono al 900 a.C. allorquando le genti Osche cominciarono ad insediarsi sul territorio.
Si trattava comunque di insediamenti rurali che sorgevano in un’area di intenso traffico commerciale. Dall’insediamento dei Sanniti (500 a.C.) all’eruzione del Vesuvio (79 d.C.), si susseguirono tutta una serie di cruenti guerre e sanguinose battaglie nelle quali eserciti di diverse origini, scorrazzando nelle pianure del Sarno, razziavano le campagne alla ricerca di approvvigionamenti alimentari.
Successivamente, nel 574 d.C., i Longobardi invasero il sud Italia arrivando nella piana del Sarno. Dopo secoli di relativa pace, sul finire del primo millennio (950 d.C.), i Longobardi cominciarono ad edificare sul territorio Torri militari di avvistamento per difendersi dalla minaccia apportata dai Saraceni che invano avevano tentato di raggiungere Amalfi da Gragnano. Proprio una di queste Torri, secoli e secoli dopo, diverrà il campanile della Chiesa di Santa Maria la Carità.
La tradizione vuole che l’antica strada di collegamento tra il Sarno e i Monti Lattari passasse sotto la torre-campanile in prosecuzione con l’attuale Via Pioppelle. D’altro canto le grandi aperture alla base del campanile, tutt’ora esistenti avrebbero proprio questo scopo funzionale.
Una data storica importante è il 1318, quando Re Roberto d’Angiò delimita il Feudo di Cancelleria stabilendo come termine di confine la Chiesa di Santa Maria la Carità.
Dal 1450 circa fino alla fine del XIX secolo si susseguirono numerosissimi tentativi di bonificare quei territori a tratti paludosi che causavano numerose morti per malaria. Ma solo nel 1855 Ferdinando II di Borbone istituirà l’Amministrazione delle Bonificazioni.
Ultimo focolaio bellicoso, prima delle Grandi Guerre Mondiali, avviene nel 1860 allorquando numerosi sammaritani antigaribaldini, dopo violenti scontri, si diedero al brigantaggio non potendo far valere diversamente la propria fedeltà ai sovrani borbonici. Le ultime date degne di nota appartengono tutte al ventesimo secolo.
Nel 1950 nascono le prime proposte di legge per istituire il Comune autonomo di Santa Maria la Carità, che finalmente vedrà la luce nel 1978.

I Giochi

Torneo Delle Contrade

  • 01
    ‘A giostra d'o juorn primm
  • 02
    ‘A giostra d’a cuccagna
  • 03
    Tiro della fune
  • 04
    Gara gastronomica
  • 05
    Corteo Storico
  • 06
    Palio del Ciuccio
TORNEO DELLE CONTRADE

LA CLASSIFICA

CONTRADA A’ Giostra d’o Juorn Primm A’ Giostra d’a Cuccagna Tiro alla Fune Gara Gastronomica Corteo Storico Palio del Ciuccio
LEONE
DELFINO
AQUILA
IPPOCAMPO
FARFALLA
 

Sfoglia l'opuscolo del "Luglio Sammarirano" ed. 2023

Luglio Sammaritano

IL PROGRAMMA

feed

INSTAGRAM

RASSEGNA ESTIVA

LUGLIO SAMMARITANO

TORNEO DELLE CONTRADE

Immergiti in un'atmosfera medievale assistendo a divertentissimi giochi.

SAGRA DELLA MELANZANA

Non perderti la possibilità di degustare succulenti piatti a base di Melanzana!

LUGLIO TI PREMIA

Tenta la fortuna provando a vincere uno dei fantastici premi in palio.

[ +]
ASINI
[ +]
ANNI DI ESPERIEZA
[ +]
EDIZIONI
[ +]
VOLONTARI
il nostro blog

ULTIMI ARTICOLI

Scrivici

[contact-form-7 id="5" title="Contact form 1"]
Contattaci

I Nostri Recapiti

Desideri ricevere maggiori informazioni? Contattaci!

INDIRIZZO:

Via Petraro, 25
80050 Santa Maria la Carità (NA)

TELEFONO:

+39 081 802 6588